Fluoro: un uso comune che può causare gravi danni

fluoro-neurotossico

 

Il fluoro è una sostanza della quale tutti abbiamo sentito parlare almeno una volta.
È contenuta nel dentifricio o nelle semplici gomme da masticare alla menta ed è presente in maniera regolare nella vita quotidiana di tutte le persone.
Ma sappiamo a cosa si va incontro realmente assumendo il fluoruro?
È un elemento altamente tossico che può avere gravi effetti sulla salute di ognuno di noi. Abbassa il QI e può causare tumori.
Queste tesi venivano già sostenute nel 1977 quando il Dott. Burk, studioso di epidemiologia, scienza che studia la frequenza e la distribuzione delle malattie nella popolazione, rilevò che il fluoro anche in piccole quantità fa aumentare la crescita del tumore accelerandola e trasformando le cellule sane in cellule tumorali.

 
L’EPA, un ente di protezione ambientale e delle persone, avvalora le ricerche condotte dal Dott. Burk classificando il fluoro come sostanza tossica che mostra “prove sostanziali di neurotossicità per lo sviluppo” spiegando come gli effetti dannosi possono ripercuotersi anche sul cervello di un bambino non ancora nato.
Il fluoro può infatti penetrare la placenta e causare gravi danni celebrali permanenti al cervello in fase di sviluppo.
È importante far caso alle proprie abitudini giornaliere per evitare di incorrere negli spiacevoli rischi e danni che questa sostanza causa.

Facebooktwitterlinkedinmail