La Barbabietola: gli effetti positivi di questo alimento naturale

La barbabietola è una pianta che ha origini nel sud Europa, in particolar modo dalla Grecia ma anche da altri stati, Italia compresa.
Non è stata sempre e solo utilizzata a scopo alimentare ma anche curativo e medico.
Dal 1800 circa, quando si scoprì che era possibile estrarre dei cristalli come quelli dello zucchero di canna, se ne incrementò l’utilizzo e anche la coltivazione.
La parte commestibile della pianta sono le foglie, chiamate biete o bietole, e le radici. Queste possono aiutarci a risolvere alcune situazioni in cui la nostra salute viene messa alla prova, grazie alle loro molteplici proprietà e alla massiccia presenza di sostanze nutritive per il nostro organismo.
La barbabietola è ricca di zuccheri, sali minerali e vitamine, ha proprietà disintossicanti, mineralizzanti, antisettiche, favorisce la digestione stimolando la produzione di bile e rafforzando la mucosa gastrica, cura anemie e infezioni del sistema celebrale incentivando la produzione di globuli rossi e limitando, attraverso lo scioglimento, i depositi di calcio.
Inserendo questo alimento naturale nelle dieta quotidiana ne può giovare la nostra vista, il nostro fegato che sarà meno grasso, il colon che risulterà più pulito e il sistema circolatorio, liberato tutte quelle patologie legate all’ipertensione.
Grazie al contenuto di betaina (vitamina classificabile nel gruppo B) e triptofano (amminoacido essenziale) ne risentiranno positivamente anche il cervello e la mente che avrà la capacità di rilassarsi.
Il gusto particolare richiede un certo adattamento a tavola ed è per questo che sarebbe opportuno insegnare ai bambini a consumare fin da piccoli questo alimento per godere fin da subito delle sue positive qualità.

Condividi l'articolo